Events

Un luglio denso di appuntamenti al castello scaligero di Villafranca: la plurisecolare roccaforte della cittadina della provincia di Verona ospiterà, per tutto il corso del mese, il Villafranca Festival, che, con i suoi 8 eventi dal respiro nazionale, intratterrà giovani e non solo in una cornice ricca di storia e tradizione. Scopriamo insieme i concerti, le serate e gli ospiti che animeranno il suggestivo cortile del castello dal 6 al 26 luglio.

La splendida cornice del castello di Villafranca

Doveroso partire dalla location in cui si terrà il festival, vista la sua lunga storia e la sua imponente bellezza. Il castello di Villafranca, situato a sud dell’abitato della cittadina, domina regalmente lo scenario del paese da oltre 800 anni e infatti ne è diventato unico e perentorio simbolo.
La sua storia ha inizio nel 1202, quando, subito dopo la fondazione del borgo di Villafranca per volere del Comune di Verona, lo stesso ente finisce di edificarlo a cavallo dell’antica via Postumia, e da lì vive alterne vicende.

Tra il 1242, dopo l’incendio ad opera dei Mantovani che costringe alla prima ricostruzione del castello scaligero, e fine Trecento, si può collocare il suo periodo di massimo splendore: dalla già citata riedificazione sorge la torre principale del forte, mentre nel 1345 l’intera struttura viene annessa al Serraglio, notevole complesso di fortificazioni ideato dagli Scaligeri per scoraggiare le invasioni milanesi e mantovane.

Poi, dal Quattrocento, sotto il dominio della Serenissima, il castello comincia a perdere di importanza e passa nelle mani di cittadini privati. Una situazione che si protrae fino alla fine dell’Ottocento, momento in cui il Comune di Villafranca acquista alcune parti del forte, ponendo le basi per la sua definitiva restaurazione nel secolo successivo. I vari interventi (ricostruzione della torre d’angolo sud-est, sistemazione e rinforzo dei vari tratti di mura) portano il castello alla conformazione che conosciamo oggi e dal 1995 diventa teatro di concerti, spettacoli, fiere ed eventi di vario tipo (anche di respiro internazionale: nel 1998 ci ha suonato Bob Dylan, premio nobel dell’epoca, e nel 2000 i Coldplay, al loro primo concerto italiano), ai quali si aggiunge il Villafranca Festival del 2024.

Teenage Dream Party e anni ’90: gli eventi dedicati ai giovani

Il Villafranca Festival di quest’anno verrà aperto il 6 luglio da un evento targato Deejay Time. La celebre trasmissione radiofonica rivivrà nel cortile del castello, con i suoi classici protagonisti (Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso) che faranno risuonare all’interno delle mura gli irraggiungibili anni ’90: le più grandi hit dancefloor di uno dei decenni più vibranti del XX secolo costituiranno il ritmato menù della serata.

Ma gli anni ’90 saranno i protagonisti indiscussi anche in altri due eventi del Villafranca Festival: Voglio tornare negli anni ’90, l’11 luglio, e Teenage Dream Party, il 20 luglio. In entrambe le occasioni non solo sarà possibile danzare sulle note dei successi più ballati dell’epoca, ma verranno anche rievocati momenti nostalgici e densi di emotività relativi allo stesso periodo.

Calcutta, De Gregori e l’omaggio a Lucio Battisti

Il Villafranca Festival, ovviamente, non sarà solo anni ’90. Le restanti 5 serate che mancano all’appello saranno infatti concerti di specifici artisti o spettacoli teatrali. Eccole elencate qui di seguito:

  • 8 luglio, concerto di Tom Morello, iconico chitarrista dei Rage Against the Machine;
  • 13 luglio, concerto di Calcutta, che farà tappa al castello di Villafranca con il suo Relax Tour;
  • 18 luglio, concerto di Francesco De Gregori, di nuovo in tour con la sua band dopo oltre due anni;
  • 25 luglio, “Una piccola Odissea”, spettacolo teatrale di Andrea Pennacchi;
  • 26 luglio, “Canto libero”, spettacolo musicale in omaggio di Lucio Battisti e Mogol, ideato da Fabio “Red” Rosso ed eseguito dalla sua band triestina (che si chiama Canto Libero, per l’appunto).

Per maggiori informazioni ed acquistare i biglietti di ogni singola serata è possibile consultare questo link.